consegna_16_9.00_00_39_04.Immagine022.tiff
Etichetta Negroni.png

NEGRONI | La storia del cocktail

Ha cento anni il più internazionale dei cocktail italiani, tra i più bevuti al mondo. Il Negroni è nato a Firenze nel 1919, dove è stato ideato dal conte Camillo a cui deve il nome.

Il nobile cosmopolita di origine fiorentina aveva vissuto a Londra, nel Wyoming e a New York, e conosceva bene la miscelazione tipica dei paesi anglosassoni. Di sicuro nella Grande Mela aveva avuto occasione di assaggiare l’Americano, di cui il Negroni è in un certo senso la versione rinforzata con il gin al posto della soda. Fu il conte, tornato a Firenze, ad avere la felice intuizione di proporre un cocktail all’americana: nasceva così il Negroni a base di gin, bitter e vermouth rosso. Un drink conosciuto universalmente e sinonimo di made in Italy, con un’allure di gran lunga maggiore rispetto allo Spritz e una popolarità seconda solo all’Old Fashioned.

CATH NEGRONI a Taormina

Un colpo di fulmine, come pochi. Un commerciante di arance lui,  una fascinosa turista texana all’ultimo giorno di vacanza lei. Tutti i tavolini del bar in piazzetta sono occupati; lei è da sola, in attesa di ordinare il suo solito drink, e lui, prima che sia troppo tardi,  le chiede se può accomodarsi senza disturbare. “Vuoi provare un Negroni con i profumi della mia terra? È qualcosa di indimenticabile.” Olivia ora in Texas torna solo per le vacanze di Natale, la sua estate con Raffaele non è mai finita.

Scoprilo anche nel formato da 20cl

 

 

 

 

Sei un ristoratore? Contattaci per ricevere informazioni sul formato da 70cl