CATH_MiTo1.jpg
Etichetta MiTo.png

MiTo | La storia del cocktail

Il Vermouth e il Bitter sono le bevande alcoliche più diffuse in Italia a metà dell’800’. Dalla fusione di questi due liquori nasce il Mi-To. Le due città, Milano e Torino, si fondono in un bicchiere creando l’equilibrio perfetto. I richiami dolci del vermouth rosso bilanciano i sentori amari del Bitter, e lo spicchio di arancia, dolce e amaro insieme, da il tocco finale.

La fama e la richiesta di questo Aperitivo è durata a lungo, o almeno fino all’avvento dell’Americano, nei primi del Novecento, che prevedeva l’aggiunta della soda rendendo quindi il drink più leggero e gradito. Il MiTo quindi viene modificato e sostituito nella preferenze degli italiani, per poi ricomparire in tempi recenti grazie al recupero del vintage. Questo cocktail è il patriarca di tutta una generazione di pre-dinner. È il padre indiscusso dell’Americano e della sua ancora più famosa variante, il Negroni.

CATH MiTo a Stromboli

Marina  è stanca . Non sa come venire fuori da questo periodo buio della sua vita. Quello che sa è che deve chiedere di più a se stessa, soprattutto ora che ha avuto il coraggio di mollare un lavoro deludente. Ma sì! Una bella vacanza a Stromboli e un MiTo da sorseggiare al tramonto ammirando l’eruzione del vulcano, nel cuore il coraggio di aver lasciato alle spalle una vita non soddisfacente. Poi all’improvviso, la telefonata: come un lampo di gioia arriva la proposta di lavoro che aveva sempre sognato.

Scoprilo anche nel formato da 20cl

 

 

 

 

Sei un ristoratore? Contattaci per ricevere informazioni sul formato da 70cl