CATH_Boulevardier.jpg
Etichetta Negroni.png

BOULEVARDIER | La storia del cocktail

Il Boulevardier nasce nella Francia del 1794 da un’idea di Dominic Venegas che nell’era del proibizionismo raggiunge il suo maggior successo. Ma la creazione viene attribuita a Erskine Gwynne, uno scrittore di origine americana fondatore della rivista mensile di Parigi “Boulevardier”. Harry McElhone nel 1927 unisce per la prima volta il Bourbon Whiskey con il Bitter.

Oggi il cocktail francese torna prepotentemente sui banconi dei bar più frequentati. Un drink di stile, accattivante e torbido al punto giusto, da veri intenditori. Il suo successo è dovuto alla regolazione degli ingredienti, al suo essere davvero calibrato.

Nonostante il Boulevardier sia spesso paragonato al Negroni, c’è una grande differenza tra i due cocktail. Il gusto è totalmente diverso. Whisky e gin sono agli antipodi dello spettro aromatico e gustativo dei distillati.

CATH BOULEVARDIER a Sirmione

Quanto dura un amore estivo? Può essere un per sempre? Ogni volta alza gli occhi verso la porta della sua gioielleria, sperando che possa entrare quel volto, di nuovo lui, quel ragazzo francese.

Così pensa ogni sera al solito tavolino con la mano che accarezza il bicchiere, quando di colpo sente qualcuno che le  sfiora la spalla.

“Sono passati 30 anni e ancora bevi il solito Boulevardier al rosmarino...”. Era tornato e non se ne sarebbe più andato.

Scoprilo anche nel formato da 20cl

 

 

 

 

Sei un ristoratore? Contattaci per ricevere informazioni sul formato da 70cl